Forlì, 19/05/2015
Prot. n. 156/2015

Ripetizione della denominazione protetta

Stampa

L’obbiettivo della normativa sull’etichetta è che, il consumatore sia informato sulle indicazioni classificate obbligatorie, indipendentemente dalla circostanza che siano riportate nella etichetta più grande o in altra più piccola, purché in unico campo visivo e con la visibilità prescritta.

Un volta soddisfatto tale obbligo, anche nella c.d. retro etichetta, è facoltà dell’imbottigliatore ripetere una o più delle dichiarazioni obbligatorie nella c.d. etichetta di immagine e quindi anche il solo nome geografico Toscana, Costa Toscana, Maremma Toscana, Chianti ecc….

Queste ripetizioni non possono ovviamente essere combinate con altre scritte o raffigurazioni che nel loro insieme risultino poi tali da indurre in inganno il consumatore finale.

Fonte: Reg. 607/09

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

0_gsa_footer Ripetizione della denominazione protetta