tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Gli approfondimenti di ConsulenzaAgricola.it

Gli approfondimenti

Questa sezione raccoglie gli approfondimenti redatti dai nostri autorevoli esperti su tematiche di attualità.

 

Il contratto preliminare di compravendita autenticato dal notaio consente all’acquirente di evitare qualsiasi rischio, garantendogli la certezza di acquisire la proprietà dell’immobile, e la sicurezza di non perdere la somma versata come acconto o caparra, grazie alla trascrizione nei registri immobiliari.

 

Assicurare la continuità della gestione nel passaggio da una generazione all'altra è un'esigenza molto sentita dalle imprese italiane. In un'economia caratterizzata dalla presenza di molte aziende di famiglia, il passaggio generazionale è spesso vissuto con difficoltà, e in alcuni casi le liti insorte tragli eredi sono causa di una vera e propria crisi dell'impresa.

 

La mancata imposizione Ici del fabbricato collabente non può essere recuperata dall'Amministrazione comunale prendendo a riferimento la base imponibile costituita dal valore venale dell'area sulla quale esso insiste, posto che la legge prevede l'imposizione Ici (oltre che dei fabbricati e dei terreni agricoli) dell'area edificabile, non anche di quella già edificata.

  

In poco più di un decennio sono stati realizzati in Italia una moltitudine di impianti fotovoltaici. La loro diffusione è riconducibile all’introduzione di incentivi per promuovere la produzione di energia “pulita”, al progresso tecnologico che ha migliorato l’efficienza di tali impianti ed alla prospettiva di una remunerazione costante nel tempo con scarso impiego di manodopera.

 

Con risoluzione n. 1/DPF del 28 febbraio 2018 l’Amministrazione finanziaria ha chiarito che ai fini IMU sono esenti tutti i terreni agricoli, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola, anche se già pensionati, indipendentemente dall’ubicazione dei terreni stessi e sono considerati non fabbricabili i terreni posseduti e condotti dagli stessi soggetti, sui quali persiste l'utilizzazione agro-silvo-pastorale mediante l'esercizio di attività dirette alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, alla funghicoltura e all'allevamento di animali.

 

Parlare dei profili fiscali della prelazione agraria significa affrontare il rapporto tra i due aspetti essenziali su cui si concentra l’attenzione dei contraenti nell’ambito dell’accordo per il trasferimento della proprietà di un fondo agricolo, che sono appunto il diritto di prelazione agraria e le imposte applicabili all’atto di compravendita.

La legge di bilancio 2018 ha stabilito che le norme di tutela dettate dalla legge 3 maggio 1982, n. 203 per i contratti di affitto di fondi rustici si applicano anche agli imprenditori agricoli professionali (Iap) iscritti nella previdenza agricola (art. 1, comma 515, della legge 27 dicembre 2017, n. 205).

 

Nuove costruzioni, manutenzioni, ristrutturazioni: nel mondo dell’agricoltura, gli interventi edilizi rappresentano un’attività comune che, negli ultimi anni, ha trovato una sempre maggiore diffusione grazie alla moltiplicazione di bonus fiscali ed incentivi attribuiti dalla legge.

SEGUICI: