tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Banca Dati - Domande e Risposte

Domande e risposte

 

La mia famiglia ha ereditato qualche tempo fa un fondo rustico e ora, per svolgere alcune lavorazioni, volevamo acquistare una macchina agricola. Non essendo titolari di una partita IVA agricola, però, non riusciamo a trovare alcun fornitore disposto alla vendita del mezzo: esiste qualche scappatoia?

 

Lo scorso anno il nostro cane è stato investito e in seguito soccorso da un automobilista che l’ha portato al canile. Successivamente il canile, tramite il microchip del cane, ci ha contattato per riconsegnarci l’animale richiedendo il rimborso delle spese veterinarie sostenute. Dato che si tratta di un importo di circa 900 euro, chiedo se sia possibile detrarne l’importo nella dichiarazione dei redditi.

 

Dallo scorso anno ho iscritto mio figlio di sei anni in palestra. Quando pago le quote mensili, mi vengono rilasciate delle quietanze per dedurre il costo nella dichiarazione dei redditi. Se mi iscrivo anch’io ad un corso posso dedurre il costo sostenuto?

 

Sono un coltivatore diretto che svolge anche attività di apicoltura (impresa individuale). Per tale attività dispongo di un laboratorio regolarmente autorizzato. Posso utilizzare il laboratorio per la smielatura e il confezionamento per conto di un altro apicoltore?

 

Dal 1° luglio i soggetti che hanno superato il volume d'affari di 400.000 euro dovranno procedere con l'invio telematico dei corrispettivi. Frequente è il caso di aziende agricole che hanno attività connesse e, essendo in regime normale di contabilità, per le vendite al minuto hanno istituito il registratore di cassa.

Ad esempio: azienda di allevamento bovini (con V.A. superiore a 400.000 euro) che ha uno spaccio aziendale dove vende la carne. Se tale attività, anche se marginale, rappresenta più del 1% del volume d’affari è soggetta all'invio telematico dal 1° luglio? L'azienda, per non sopportare tutti i costi di adeguamento e adempimenti vari, può procedere nello spaccio con la fattura elettronica anche se gli acquirenti sono privati? Quali sono le modalità e le tempistiche per l'emissione? Altre alternative?

 

La nostra azienda ha un volume d’affari superiore a 400.000 euro, pertanto dal prossimo 1° luglio saremo soggetti all’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi. Dato che facciamo vendite sporadiche a privati, ho letto che in alternativa potrei emettere delle fatture elettroniche anche in formato semplificato. Cosa prevede l’emissione di tali fatture?

SEGUICI:

logo bottom 03