Forlì, 24/05/2018

Petunie OGM: importanti sanzioni in arrivo


Importanti sanzioni e distruzione del prodotto in caso di detenzione e commercio di petunie OGM.

Si informa che i carabinieri forestali stanno effettuando specifici controlli presso aziende florovivaistiche della Regione Emilia Romagna per accertare l'eventuale presenza di petunie OGM.

Secondo le informazioni del Ministero dell’Ambiente, aggiornate al 21 marzo 2018, sono n. 125 le varietà di petunie OGM non autorizzate, individuate nel territorio dell’Unione Europea.

Tali varietà non possono essere commercializzate, in quanto prive di autorizzazione che non è mai stata né richiesta né rilasciata (si precisa che nessuna varietà di petunia OGM è mai stata autorizzata dall’Unione Europea).

Porre in commercio queste varietà di petunie, espone i soggetti interessati a pesanti sanzioni dell’ordine di decine di migliaia di Euro, oltre alla distruzione totale del prodotto. 

In allegato si riporta l’elenco con i nomi commerciali delle varietà di petunie OGM, non autorizzate all’immissione in commercio.

Si consiglia ai florovivaisti che devono acquistare sementi e/o piantine di petunie, di richiedere alla ditta fornitrice/venditrice di riportare nei documenti fiscali (fatture e/o DDT) i nomi delle varietà di petunie riportando negli stessi documenti la dichiarazione che trattasi di materiale NO OGM, secondo le normative vigenti.

Qualora durante il processo produttivo, il florovivaista dovesse notare delle anomalie, si consiglia di inviare una segnalazione al Servizio Fitosanitario Regionale competente per territorio, per gli opportuni controlli.

00_cons_footer_2015 Petunie OGM: importanti sanzioni in arrivo