tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Apertura del MEF e delle Entrate alla proroga del 730
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Apertura del MEF e delle Entrate alla proroga del 730

Nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in via di approvazione potrebbe essere prevista la proroga del 730 al 23 luglio.

Non si tratterà di una proroga generalizzata: tale slittamento, infatti, dovrebbe valere (sia per il 730 ordinario che per quello precompilato) solo per i Caf che abbiano già trasmesso l’80% delle dichiarazioni entro il 7 luglio (ultimo termine per l’invio).

Per chi invierà autonomamente la precompilata, invece, la scadenza dovrebbe restare ferma al 7 luglio.

Un differimento che inevitabilmente comporterà un ritardo nell’erogazione dei rimborsi in busta paga o in pensione per i contribuenti che saranno arrivati più in ritardo con l’appuntamento al Caf.

In pratica, nel nuovo Dpcm di prossima emanazione, si riprende quanto già avvenuto nel 2007; in quell’occasione il provvedimento ministeriale aveva concesso un mese in più di tempo ai Caf e agli intermediari abilitati che avevano inviato entro il termine ordinario (allora era il 31 luglio) l’85% dei 730 in carico.

Nel nuovo decreto la percentuale dovrebbe invece aggirarsi intorno all’80% e la proroga dovrebbe essere limitata a 16 giorni (7 luglio – 23 luglio).

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Please publish modules in offcanvas position.