fbpx
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Registri telematici obbligatori per i produttori di olio

Al fine di garantire maggiore efficacia dei controlli e diminuire i rischi di frode a danno del consumatore, la Commissione Europea, con il Reg. (UE) n. 299/2013 del 26/03/2013, ha apportato alcune modifiche al Reg. (CEE) 2568/91 relativo all’obbligo di tenuta dei “Registri di entrata e di uscita” degli oli di oliva e di sansa di oliva”.

In particolare, la circolare n. 15387 del 22/10/2014 del MIPAAF – dipartimento ICQRF, ha stabilito che dal 1 luglio 2015 i produttori di olio saranno obbligati a redigere i registri telematici sul portale SIAN.

Di seguito sono riportate alcune informazioni specifiche riguardanti i soggetti obbligati o, al contrario, esonerati dalla tenuta di tali registri.

Sono esonerati dall’obbligo della tenuta del registro coloro che detengono esclusivamente oli:

-    utilizzati quali ingredienti in prodotti alimentari diversi dalle miscele di oli, disciplinate all’art. 6, paragrafo 1, del Reg. UE n. 29/2012 (ad esempio conserve sott’olio, prodotti dolciari e da forno, ecc.);

-    destinati ad usi non alimentari (ad esempio all’industria cosmetica, alla produzione di energia, ecc.);

-    destinati all’autoconsumo (individuato in 200 kg di olio per campagna di produzione dall’art. 8, comma 1, lettera b) del DM n. 16059 del 23.12.2013).

Inoltre, i produttori NON sono obbligati alla tenuta del Registro se:

- l’olio prodotto è detenuto sfuso in conto deposito presso il frantoio, in quanto quest’ultimo è obbligato alla comunicazione della movimentazione;

- l’olio prodotto, precedentemente conservato presso il frantoio, viene restituito al produttore già confezionato ed etichettato (il produttore lo porta a casa propria in bottiglie o lattine recanti regolare etichetta con indicazione dell’origine, del lotto, ecc.).

Si precisa che le singole aziende produttrici che, nella loro qualità di soci, conferiscono prodotto alle rispettive Associazioni e/o Società Cooperative di appartenenza, non rientrano tra i soggetti obbligati alla tenuta del Registro di entrata e uscita di cui alla citata normativa.

L’obbligo di comunicazione al SIAN dei carichi e scarichi nasce nel momento in cui il produttore detiene l’olio sfuso presso serbatoi della propria azienda e intende commercializzarlo.

I produttori sono, invece, OBBLIGATI alla tenuta del Registro se:

- L’olio annuo prodotto è più di 200 kg. e meno di 500 kg.: risulta obbligatoria la tenuta del Registro telematico con registrazioni semplificate e riepilogative mensili delle movimentazioni, da effettuare entro il 10 del mese successivo;

- L’olio annuo prodotto è più di 500 kg.: è obbligatoria la tenuta del Registro completo attraverso il quale vengono comunicati i movimenti entro e non oltre il sesto giorno successivo.

I soggetti obbligati sono tenuti ad iscriversi preventivamente al SIAN secondo la seguente procedura:

1) collegarsi al portale dell’olio d’oliva disponibile nel SIAN digitando, nella barra degli indirizzi del proprio browser, l’indirizzo

2) web https://www.sian.it/SSLicqrfgestregistro/start.do;

3) cliccare il link “RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL SIAN”;

4) compilare la scheda con le informazioni richieste:
- CUAA (codice fiscale) in caso di persona fisica
- CUAA(codice fiscale della Società) in caso di persona giuridica e codice fiscale del legale rappresentante della Società stessa;
- recapito telefonico;
- casella di posta elettronica alla quale sarà spedito il codice personale (PIN) per l’accesso ai servizi telematici;

5) collegare copia di un documento di riconoscimento del legale rappresentante in corso di validità.

Una volta iscritto, il soggetto dovrà accedere a tale Registro tramite il CUAA inserendo il codice personale (PIN) ricevuto all’atto dell’iscrizione al SIAN.

Si informa, inoltre, che la tenuta dei Registri può essere delegata a CAA, ferma restando la responsabilità in capo al titolare del Registro stesso.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Please publish modules in offcanvas position.