fbpx
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Nuovi contributi per le imprese agricole

Il Ministero delle Politiche Agricole, con decreto del 26 maggio 2015, ha previsto una serie di contributi per la sottoscrizione di polizze assicurative a favore delle piccole e medie imprese (PMI) attive nella produzione primaria di prodotti agricoli.

Le polizze agevolate possono coprire più eventi avversi, tra i quali:

  • perdite causate da avversità atmosferiche assimilabili alle calamità naturali;
  • danni a strutture aziendali e impianti produttivi causati da avverse condizioni atmosferiche;
  • costo di rimozione e distruzione degli animali morti per qualunque causa;
  • perdite subite a causa di epizoozie (malattie animali) od organismi nocivi ai vegetali o a seguito dell’adozione di misure di risanamento da epizoozie endemiche.

L’intensità massima di aiuto sulle polizze per perdite causate da avversità atmosferiche assimilabili alle calamità naturali è limitata al 65% del costo del premio assicurativo. Per quanto riguarda, invece, i danni a strutture aziendali e impianti produttivi causati da avverse condizioni atmosferiche, la distruzione degli animali morti per qualunque causa, le perdite subite a causa di epizoozie (malattie animali) od organismi nocivi ai vegetali, l’indennità massima di aiuto sulle polizze è limitata al 50% del costo del premio assicurativo.

L’assicurazione compensa solo il costo necessario per ovviare alle perdite e non comporta obblighi nè indicazioni circa il tipo o la quantità della produzione agricola futura, conformemente all’art. 28, par. 4, lettere a) e b), del Reg. n. 702/2014.

Gli aiuti non ostacolano il funzionamento del mercato interno dei servizi assicurativi, non sono limitati a un’unica compagnia di assicurazioni o ad un unico gruppo assicurativo e non sono subordinati alla stipula di un contratto assicurativo con un’impresa stabilita.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Please publish modules in offcanvas position.