fbpx
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Finanziamenti agevolati per rilanciare l’agricoltura

La Banca europea degli investimenti (Bei) ha messo a disposizione 400 milioni di euro per il rilancio del comparto agricolo italiano.

La Bei ha già concesso a tre importanti gruppi bancari italiani una prima parte dei fondi a disposizione (150 milioni di euro a Banca Intesa; 100 a Ubi Banca; 50 al Banco popolare dell’Emilia-Romagna). Inoltre, le risorse mobilitate a livello europeo vengono raddoppiate grazie ad un eguale plafond messo a disposizione dalle banche interessate.

Per ottenere i finanziamenti dell’apposita linea di credito varata per l’agricoltura italiana, ci si deve rivolgere allo sportello delle banche interessate e, nell’eventualità in cui le risposte ottenute non fossero chiare, è possibile consultare direttamente il sito della Bei contenente i nominativi dei referenti di ciascuna banca per l’erogazione del finanziamento, con recapiti telefonici ed e-mail (www.eib.org/attachments/lending/inter_it.pdf).

Imprenditori agricoli, consorzi agrari ma anche reti di impresa possono avere accesso ai finanziamenti per le iniziative più diverse, dall’acquisto o all’affitto dei macchinari fino al sostegno in forma di capitale circolante; tuttavia, una delle condizioni a cui è subordinato l’accesso ai finanziamenti è che gli stessi vengano utilizzati in 18-24 mesi.

Secondo il Protocollo che la Bei ha firmato con le banche interessate, i prestiti devono essere concessi agli agricoltori a condizioni favorevoli. Il vantaggio finanziario può tradursi sia in termini di tassi di interesse più bassi oppure in rateizzazioni più lunghe o in altre agevolazioni.

Finanziare rapidamente gli investimenti, attraverso la concreta erogazione del credito è il principale obiettivo dell’iniziativa europea per l’effettivo rilancio del comparto agricolo.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Please publish modules in offcanvas position.