fbpx
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Trasparenza fiscale, i chiarimenti dell’Agenzia

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 80/E del 14 settembre 2015, ha chiarito che da quest’anno le società neo costituite e quelle trasformate da società di persone a società di capitali potranno optare per il regime della trasparenza fiscale già dal primo periodo di imposta.

Per esercitare tale opzione sarà sufficiente inviare alle Entrate il vecchio modello di comunicazione cioè quello in vigore fino alla fine del 2014 ed approvato con provvedimento del 4 agosto 2004.

A tal proposito ricordiamo che con il regime di trasparenza fiscale, di cui agli articoli 115 e 116 del TUIR, il Legislatore ha previsto la possibilità di imputare il reddito dei soggetti di cui all’articolo 73, comma 1, lettera a) del TUIR (società per azioni e in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata, cooperative e società di mutua assicurazione) a ciascun loro socio, in misura proporzionale alla sua quota di partecipazione, indipendentemente dall’effettiva percezione.

Sulla base della richiamata Risoluzione, le società neo costituite o trasformate, ad esempio nel 2015, potranno optare per il regime della trasparenza già dal primo anno di attività se presenteranno la relativa comunicazione entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa allo stesso periodo d’imposta.

Ad esempio, se una SRL è nata nel 2015 potrà optare per la trasparenza se invierà la comunicazione entro il 30 settembre 2016.

Naturalmente, questa possibilità concessa dalle Entrate varrà solo se si vuole cominciare ad applicare il regime dal primo periodo d’imposta e non se si desidera iniziare ad usarlo da quelli successivi in quanto, in questi casi, deve essere applicata la legge, la quale prevede che l’opzione sia esercitata all’interno della dichiarazione dei redditi “presentata nel periodo d’imposta a decorrere dal quale si intende esercitare l’opzione”.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Please publish modules in offcanvas position.