fbpx
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Le prime anticipazioni sulla nuova Legge di stabilità

Facendo seguito alle precedenti informative relative alle novità che saranno introdotte dalla nuova legge di stabilità, segnaliamo quanto segue

  • l’abolizione del regime speciale IVA per il settore agricolo dovrebbe interessare le aziende con oltre 40 milioni di fatturato (è ancora presente l’ipotesi di 50 milioni) e dovrebbe toccare meno di 20 aziende a livello nazionale. Si ritiene pertanto che sia un provvedimento destinato a essere abbandonato in quanto prevedere una modifica al regime IVA che interessa meno di 20 aziende a livello nazionale sarebbe ridicolo.
  • Anche il provvedimento relativo alla eliminazione delle agevolazioni sulle accise previste sul gasolio agricolo dovrebbe essere stato abbandonato in quanto di impatto troppo rilevante per il settore.
  • Sarebbe invece confermata l’eliminazione delle agevolazioni il trasferimento dei fondi rustici a favore di Coltivatori Diretti e Imprenditori Agricoli la famosa PPC che dal 1% dovrebbe passare al 9%.
  • Sale invece a 3.000 euro il tetto per l'utilizzo del contante, infatti con  con la legge di Stabilità il Governo proporrà al Parlamento di riportare i livelli alla media europea. Dunque, da 1.000 euro si sale a 3.000. Lo scopo è rilanciare i consumi.
  • Taglio dell'Ires, con un anticipo già al 2016, al fine di sostenere la ripresa. Su questi tagli da 1,5 a 2,5 punti c'è il problema delle coperture. Una dote di 350 milioni potrebbe arrivare dalla gara del lotto che slitterà al 2016.
  •  super-ammortamenti per chi investe in nuovi macchinari e potenziamento dell'ecobonus.
  • Il premier Renzi ha confermato la correzione al regime dei forfettari per le partite Iva. L'idea è quella di rivedere al rialzo di 5 mila o 10 mila euro tutte le soglie di ricavi. Solo i professionisti beneficeranno di un aumento maggiorato di ulteriori 5 mila euro.
  • Per le nuove partite Iva, poi, l'imposta sostitutiva del 15% sarebbe ridotta a un terzo per i primi tre anni. Ma anche qui tutto ruota intorno alle risorse disponibili.
  • Possibile proroga del bonus relativo alle nuove assunzioni con una defiscalizzazione pari a 24 mesi, ma con un importo minore rispetto a quella in scadenza la 31/12/2015.

Come sempre provvederemo a tenervi costantemente aggiornati sulle novità che verranno di volta in volta proposte dalla nuova legge di stabilità.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Please publish modules in offcanvas position.