tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Agevolazioni per i giovani agricoltori. Cambiano le regole
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Agevolazioni per i giovani agricoltori. Cambiano le regole

Il Ministero dell’Economia di concerto con le Politiche Agricole ha predisposto uno schema di decreto, attualmente in corso di approvazione, finalizzato ad introdurre nuove misure in favore dello sviluppo dell'imprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale.

Il provvedimento apporta alcune importanti modifiche alle regole per accedere alle agevolazioni a fondo perduto previste per i giovani che subentrano nella conduzione di imprese agricole:

  • le Pmi (piccole medie imprese) dovranno essere amministrate e condotte da un giovane di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti (nel caso di società, essere composte, per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione, da giovani imprenditori agricoli di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti), in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale o di coltivatore diretto come risultante dall'iscrizione nella gestione previdenziale agricola.
  • La durata massima del finanziamento sarà di dieci anni comprensiva del periodo di preammortamento, e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile. Per le iniziative nel settore della produzione agricola il mutuo agevolato avrà una durata, comprensiva del periodo di preammortamento, non superiore a quindici anni.

Ricordiamo che l'articolo 7 bis del decreto legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, ha modificato le regole per accedere alle misure in favore dello sviluppo dell'imprenditorialita' in agricoltura e del ricambio generazionale:

REQUISITI

I requisiti dettati dalla richiamata disposizione per accedere alle agevolazioni sono le seguenti:

  • possono accedere ai mutui a tasso zero le Pmi in qualsiasi forma costituite, che subentrino nella conduzione di un'intera azienda agricola che esercita esclusivamente l'attività agricola ai sensi dell'articolo 2135 del codice civile da almeno due anni dalla data di presentazione della domanda di agevolazione.
  • L'impresa cedente dovrà essere iscritta alla Camera di commercio, avere una partita Iva e il legittimo possesso dell'azienda da almeno due anni al momento della presentazione della domanda, o nei due anni precedenti il subentro se questo sarà avvenuto prima della presentazione della domanda.
  • Lo statuto dell'impresa ammessa alle agevolazioni dovrà contenere una clausola impeditiva di atti di trasferimento di quote o di azioni societarie tali da far venir meno i requisiti soggettivi di età e residenza dei soci di maggioranza, per un periodo di almeno dieci anni dalla data di ammissione alle agevolazioni e comunque sino alla completa estinzione del mutuo agevolato concesso. Inoltre, per lo stesso periodo, il soggetto beneficiario dovrà mantenere la qualifica di imprenditore agricolo professionale o di coltivatore diretto.
  • Alla data di presentazione della domanda e per i cinque anni successivi alla data di delibera di ammissione alle agevolazioni, i soci della impresa beneficiaria non potranno detenere quote o azioni di altre imprese beneficiarie delle agevolazioni.

PROGETTI FINANZIABILI

I progetti finanziabili non potranno prevedere investimenti superiori a 1.500.000 euro, Iva esclusa e dovranno perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale dell'azienda agricola, in particolare mediante una riduzione dei costi di produzione o miglioramento e riconversione della produzione.
  • il miglioramento dell'ambiente naturale, delle condizioni di igiene o del benessere degli animali, purché non si tratti di investimento realizzato per conformarsi alle norme dell'unione europea
  • la realizzazione e il miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo, all'adeguamento e alla modernizzazione dell'agricoltura.

I progetti non potranno essere avviati prima della data di ammissione alle agevolazioni.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Please publish modules in offcanvas position.