tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Dal 7 gennaio 2015 le assunzioni congiunte in agricoltura saranno rese operative

Archivio

Dal 7 gennaio 2015 le assunzioni congiunte in agricoltura saranno rese operative

06/12/2014 | Circolare n. 367/2014

Dal 7 gennaio 2015 le aziende agricole potranno assumere congiuntamente lavoratori agricoli.
Il Ministero del Lavoro ha emanato il Decreto Direttoriale n. 85 del 28.11.2014 contenente le modalità operative per la comunicazione delle assunzioni congiunte in agricoltura.

Un primo passo verso la piena operatività, ma come specificato dal Decreto stesso, si dovrà attendere una circolare congiunta della Direzione Generale dei sistemi informativi, dell’innovazione tecnologica e della comunicazione e della direzione generale per l’attività ispettiva, con la quale verranno fornite indicazioni operative sulla compilazione e trasmissione del modello telematico.

Il nuovo modulo, che alleghiamo alla presente circolare, sarà disponibile nella sezione Adempimenti del portale www.cliclavoro.gov.it; all’interno, un’applicazione web denominata UNILAV-Congiunto guiderà tutti i soggetti abilitati alle comunicazioni di assunzione, cessazione e trasformazione di rapporti di lavoro effettuati in maniera congiunta.

Di seguito riportiamo i soggetti che possono procedere alle assunzioni congiunte:

-          Imprese agricole appartenenti allo stesso gruppo di imprese;

-          Imprese oppure riconducibili allo stesso proprietario o a soggetti legati tra loro da vincolo di parentela o di affinità entro il terzo grado;

-          Imprese legate tra loro da contratto di rete a condizione che il 50% delle imprese coinvolte siano agricole.

Le comunicazioni di assunzione, trasformazione e cessazione devono essere effettuate da un solo soggetto e non da tutti i datori di lavoro interessati alla prestazione lavorativa.

L’adempimento spetta, nel caso di:

-  Gruppi di impresa: la comunicazione deve essere effettuata dall’impresa capogruppo;

-  Imprese riconducibili allo stesso proprietario: la comunicazione deve essere effettuata per il tramite dello stesso proprietario;

-  Soggetti legati da vincoli di parentela o legate tra loro da un contratto di rete: Le comunicazioni devono essere effettuate tramite il soggetto individuato da uno specifico accordo o dal contratto di rete sottoscritto.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags (argomenti): ,

Professionisti di riferimento

Maurizio LeoDocente Scuola di istruzione
Guardia di Finanza Roma
Gian Paolo TosoniPubblicista de Il Sole 24 ORE
Esperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Luciano MattarelliEsperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Angelo FrascarelliProfessore Associato
Università degli Studi di Perugia

Professionisti di riferimento

Maurizio LeoDocente Scuola di istruzione
Guardia di Finanza Roma
Gian Paolo TosoniPubblicista de Il Sole 24 ORE
Esperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Luciano MattarelliEsperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Angelo FrascarelliProfessore Associato
Università degli Studi di Perugia

SEGUICI:

logo bottom 03