fbpx
SOCIAL:
Area Riservata

Archivio

Dal 13 dicembre arriva la nuova etichettatura europea dei prodotti agroalimentari

Dal 13 dicembre 2014 cambiano le regole nelle etichetta alimentari. Una novità che viene dall’Ue e che punta ad introdurre una maggiore trasparenza nelle informazioni sugli alimenti. Vediamo quali sono le principali novità.

Allergeni

Le sostanze allergizzanti o che procurano intolleranze (come derivati del grano e cereali contenenti glutine, sedano, crostacei, anidride solforosa, latticini contenenti lattosio) dovranno essere indicate con più chiarezza, ad esempio sottolineandole o mettendole in grassetto nella lista degli ingredienti. Anche i ristoranti e le attività di somministrazione di alimenti e bevande dovranno comunicare tempestivamente gli allergeni, tramite adeguati supporti (menù, cartello, lavagna o registro), ben visibili all’avventore.

Leggibilità e chiarezza
Per la prima volta in assoluto viene inoltre definita la dimensione minima dei caratteri delle etichette, che devono essere di almeno 1,2 mm (o 0,9 nel caso di confezioni piccole): la normativa precedente prevedeva solo chiarezza e leggibilità- un po’ troppo opinabili come concetti, soprattutto in presenza di una popolazione anziana ipovedente in costante crescita nel bilancio demografico.

Vendite via web
Per la prima volta viene inoltre regolata la vendita di alimenti sul web. I consumatori dovranno disporre di tutte le informazioni obbligatorie per legge (come nome dell’alimento, lista ingredienti, allergeni, quantità netta, etc) prima della conclusione dell’acquisto, ad eccezione della data di scadenza o simili, che invece potranno essere fornite insieme alla consegna dell’alimento.

Indirizzo del produttore
Viene introdotto poi un requisito importante: la sede del produttore dovrà essere indicata non più con il solo riferimento ad un comune di appartenenza, ad accompagnare il marchio commerciale- bensì con anche l’indirizzo completo di numero civico. I produttori insomma sono chiamati a “metterci la faccia” per davvero
Il regolamento Ce n. 1169/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, in pratica le nuove norme sull’etichettatura degli alimenti, sarà dal 13 dicembre 2014 definitivamente applicabile.
Per quanto concerne il vino in particolare cesserà l’efficacia e l’applicabilità del D.lgs 109/92 il quale ha dato attuazione alle disposizioni di cui alla precedente direttiva n. 2000/13/Ce, prevedendo anche uno specifico quadro sanzionatorio. In considerazione che l’etichettatura dei vini ha una sua autonoma legislazione con norme ancor più analitiche, sono pochi gli aspetti del regolamento di cui trattasi, che dal 13 dicembre 2014 comporteranno modifiche sostanziali.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Please publish modules in offcanvas position.